CHE RUMORE FA LA #FELICITÀ?

La felicità fa il rumore del rombo del motore di un aereo pronto a portarmi in un luogo che non ho ancora visitato.

La felicità fa il rumore della moka che ronza mentre esala sino all’ultima goccia di caffè e dell’inebriante profumo che si perpetua per tutta la casa.

La felicità fa il rumore del sorriso di un bambino, che magari è mio nipote.

La felicità fa il rumore di una parola dolce, di un conforto solidale, di un consiglio che viene dal cuore.

La felicità fa il rumore della brillantezza del mare, il mio mare, che in alcuni giorni ha dell’incredibile. La felicità fa il rumore di un tuffo in quel mare e del senso di libertà che ne consegue, del sole che splende su di un cielo terso e sgombero di nuvole, della pioggia che picchia sui vetri mentre si è avvolti nel piumone sul letto. La felicità fa il rumore del lento cadere dei fiocchi di neve, piacevole miraggio per noi che viviamo vista mare. La felicità fa il rumore della playlist di Natale che già dalla metà di ottobre fai partire su Spotify.

La felicità fa il rumore del suono di un bacio stampato sulla guancia, sulle labbra, sulla fronte di chi ami.

La felicità fa il rumore dello stritolare di un abbraccio dopo una giornata faticosa.

La felicità fa il rumore dello scricchiolare dei bordi di una pizza nella mia bocca, in un sabato sera o in un giorno qualunque.

La felicità fa il rumore della croccantezza di un pistacchio intero scovato assaporando il gelato al pistacchio.

La felicità fa il rumore del profumo di un dolce appena sfornato che aleggia per casa.

La felicità fa il rumore delle pagine di un libro sfogliato che ti ruba l’anima, di un film a lieto fine. La felicità fa il rumore dell’ultima puntata di una serie che ti è piaciuta un sacco. La felicità fa il rumore dello scroll del mouse su di un file con un nuovo progetto, dell’avviso di una email che tanto attendevamo. La felicità fa il rumore della mia canzone preferita che passa alla radio, di una macchina che lenta corre e percorre distese di campi di grano, di un treno che va.

La felicità fa il rumore di una foto scattata ed uscita estremamente bene, di un bene con cui è possibile scrutare l’emozione che si cela dietro uno scatto.

La felicità fa il rumore dello strisciare delle ciabatte calzate dopo un’intera giornata passata a volteggiare sui tacchi.

La felicità fa il rumore dello scroscio della pipì quando ti esplode la vescica.

La felicità fa il rumore della libertà di andare a letto senza azionare la sveglia per il mattino, perché tanto domani è domenica.

La felicità fa il rumore della carta stropicciata nello spacchettare un regalo, del rumore di una busta nel tirare fuori un vestito nuovo appena acquistato.

La felicità fa il rumore di un’intensa lezione di yoga, di quelle che ti placa l pure l’anima, di una corsa sul lungomare, di una lenta passeggiata in montagna.

La felicità fa il rumore di un tramonto intrigante.

La felicità fa il rumore dello scoppiettare del fuoco nel camino acceso il primo giorno di vero freddo.

La felicità fa il rumore di un ostacolo superato, di un obiettivo raggiunto, della pace interiore.

La felicità fa il rumore delle piccole cose, quelle che compongono la nostra quotidianità, quelle che hanno come fine ultimo la felicità, quelle di cui spesso ci lagnamo, ma che in fondo in fondo sono il motore di tutta la nostra esistenza.

La felicità fa il rumore della felicità.

E per te, che rumore fa la felicità?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...