Mercoledì tutti al #Cinema

LIFESTYLE

_Ti porterò sempre al cinema in quei giorni feriali ad ingresso ridotto…_ cantano i Toromeccanica, un piccolo ma grande gruppo musicale salentino , in “L’amore ai tempi della crisi”. Si, perché oramai tutti approfittano dell’ingresso ridotto al cinema di mercoledì! Ed eccoci correre a vedere le ultime uscite, ma soprattutto gli onorati film soggetti ad una o più candidature all’Oscar, perché il toto Oscar è ormai partito all’impazzata e il countdown incalza! Eccoci giudicare chi merita e chi non merita la tanto ambita candidatura che dovrebbe essere sinonimo di qualità, in teoria indiscussa ma in pratica discutibile; eccoci scommettere su chi vincerà e chi rosicherà (a proposito: pray for Leo!); eccoci scommettere su chi indosserà l’abito più bello del reame Hollywoodiano e chi invece sfoggerà look sfioranti l’abbisso del cattivo gusto.

#Sushisen vs #Temakinho 

FOOD

Sushisen batte Temakinho 1-0. Mi spiace ammetterlo, ma nella lotta tra i sushi bar più buoni e più estrosi della Capitale, vince (di pochissimo), per quanto concerne le mie papille gustative, Sushisen. La lotta con l’avanguardista giappo dalle influenze made in Brazil è stata dura e faticosa, oserei dire struggente. Il design allegramente travolgente di Temakinho, il tripudio di colori, gli accostamenti esotici di oggetti e di sapori mi avevano rapita. Ma la difficile sentenza è giunta, chiaramente delineata, nel momento in cui, elegantemente seduta ad un tavolo da Sushisen, le bacchette tremolanti hanno afferrato quel piccolo roll in tempura con salmone, Philadelphia e fragola fresca, e codesto gioiello del gusto è sprofondato voluttuosamente nelle mie fauci, smaniose di accostamenti inusuali. E fu subito amore! La scintilla è scoccata! Amore a prima vista, a primo assaggio, a primo morso!

Dalla #pelle al cuore 

BEAUTY

Sabato. Lazy. Tanto lazy. Troppo lazy. Relax!

Oggi ho voglia di essere frivola, banale e omologata: oggi esplicito anch’io la mia beauty routine! Eh sì, perché mens sana in corpore sano significa che la salute passa anche dalla pelle (quale casa cosmetica lo diceva???).

E come la mitica Clio docet, la pelle per essere sana e bella deve essere quotidianamente e inderogabilmente detersa, pulita a fondo ma soprattutto idratata a fondo!

Ecco alcuni dei prodotti che mi stanno a cuore, che utilizzo regolarmente e che regolarmente aiutano la mia pelle (mista, ahimè) a stare bene:

Non fate studiare #Architettura ai vostri figli

DESIGN

Follow my blog with Bloglovin

_ Non fate studiare architettura ai vostri figli. Non ne vale la pena.

Vi ritrovereste con dei figli frustrati, incapaci di relazionarsi con il mondo del lavoro: troppo tecnici per gli artisti, troppo artisti per i tecnici, né carne né pesce, insomma. Se lo fate per il prestigio, meno che meno. Non esiste categoria più bistrattata, sfottuta, derisa: dai padroni di casa, dagli imprenditori edili, dai muratori, dagli ingegneri, dai geometri.
Un incubo.
Tanto ve lo dico subito, il lavoro (di architetto intendo) non lo trova. A meno che non abbiate la pazienza infinita di vederlo leccare i piedi nello studio di qualche affermato professionista per anni. Per dodici-sedici ore al giorno: a tirare linee, a disegnare sempre e solo scale di sicurezza o pozzetti d’ispezione, e tutto gratis o per un ridicolo rimborso spese. Tutto questo per poter mettere sul curriculum, dopo essere stato spremuto come un limone, di aver lavorato per lo stimato professionista. Che non serve a nulla.

Prima ero timida, poi ho scoperto #Instagram

LIFESTYLE

Si, io ero timida, sul serio! Una parte di me lo è sempre stata, e esperienze on the road a parte, piccoli capolini su palchi locali, spettacoli adolescenziali e non, recitazione, danza, canto, pittura e poesia a parte, una quotaparte di me è davvero sempre stata imbarazzantemente timida.
Poi ho scaricato Instagram!